Tornado del 8-7-2015, fatti e riflessioni

Stasera mi è venuto un forte impulso a scrivere del tornado a Mira e Dolo del 8-7-2015, ma per non dover scrivere ancora, ho cercato un link dell’evento ed un link dove ho commentato ed ho riportato i commenti qui, dopo i link.

Eccoli:

http://www.meteonetwork.it/veneto/torna
do-mira-e-dolo-ve-dell8-luglio-2015

http://risvegliodiunadea.altervista.org
/?p=13914#comments

renzo
luglio 9th, 2015 at 18:13
La notte prima del tornado a Venezia, ho sognato di un enorme tornado in lontananza, su un terreno più alto che iniziava con una parete a strapiombo.
La mia prima reazione fu quella di impegnarmi per fermarlo, ma subito, spinto dal mio desiderio di vederne i risultati, cercai un posto più in alto per poter osservare meglio l’andamento dell’intervento; ma passò del tempo e non riuscii a trovare un posto in alto, mentre il tornado si avvicinava e vidi che sollevò in aria un enorme blocco di pietra preso dalla parete rocciosa e lo stava portando più vicino dove io ero ed a quel punto mi sono svegliato, erano le 2.30.
Rimasi un po a letto a riflettere e vidi chiaramente che sono stato imprudente, dando precedenza al fatto di voler vedere, mentre invece avrei dovuto aver totale fiducia e compassione e continuare di tutto Cuore l’intervento, che ad ogni istante che passava, erano vittime ulteriori.
Pensai inoltre che avrebbe potuto essere un avvertimento per il giorno in arrivo e così decisi di alzarmi, accesi il PC, guardai il meteo e la previsione del tornado c’era ed è avvenuto.
In poche ore, tre temporali, nel primo ero abbastanza tranquillo, non mi sono impegnato molto, ma il tornado c’era a poca distanza, il secondo ha piovuto più forte ed era cominciato a tempestare, che ho subito fermato ed ha continuato solo pioggia, il terzo invece si annunciò potente ed ero sinceramente preoccupato, iniziai pertanto con grande impegno prima dell’arrivo che poco dopo divenne impetuoso e credo che era quello il vero tornado che comunque è stato eliminato.
Quindi quel sogno di un enorme tornado, non era di uno grosso ma più di uno.
Ho scritto questa esperienza solo qui, sarei contento di un Tuo prezioso commento Cara Tanja ed anche di Altre Persone se lo desiderano e ringrazio sentitamente.
Cari saluti.
Renzo

Tanja
luglio 9th, 2015 at 19:18
Renzo, nella mia visione io ho visto i 3 tornado che si sono divisi da uno enorme. Dopo la loro divisione sentivo chiaramente i nomi delle città dove dovevano portare il “vortice di nuova aria”. Nel mio articolo ho nominato solo Venezia perchè solo questo si è manifestato. I nomi di altre 2 città non desidero dire, perchè quelle città non sono ancora pronte per il cambiamento in senso energetico e libero arbitrio deve essere rispettato. Io in tutto questo non vedo nessun pericolo e bisogno di proteggere. Sento più compassione per quelle città che non erano pronte. Perchè tornado? Perchè quella forza?
Ti ricordi del mio articolo La natura esponenziale di evoluzione umana – Rapporto Aureo – malessere e benessere?
http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=13117
I “ritardatari” che hanno preso la decisione di procedere con evoluzione devono avere un aiuto e opportunità di farlo, ma devono anche recuperare quello dove sono in ritardo.
Le manifestazioni collettive sono risultato del intenzione della massa critica di coscienza collettiva.

renzo
luglio 9th, 2015 at 22:43
Grazie Cara Tanja, ora leggerò l’articolo per intero ed anche il link segnalato, il tutto con calma, tenendo conto delle Tue preziose visioni.
Cari saluti.
Renzo Aggiungo che il codice richiesto era 432w, ora è un altro

Giorgio
luglio 9th, 2015 at 22:48
Ciao Renzo, mi intrometto perchè è un argomento molto interessante, anche se Tanja ha già risposto con una consapevolezza eccellente (passatemi il termine).
Volevo solo riferirmi a quello che tu hai pensato dopo il sogno, cercando di fare qualcosa per questi tornadi.
La mia esperienza, mi ha sempre cullato portandomi sulle crespe delle onde di questo cambiamento. Negli ultimi mesi, mi sono reso conto che più combattevo, più mi dibattevo, più cercavo di muovermi e più affondavo, più venivo risucchiato nel mio stesso vortice.
HO capito che le energie presenti sul campo sono così enormi, che è inutile sforzarsi…bisogna solo lasciarsi trasportare.
Il tuo cercare di aiutare ti risucchia energia utile per la tua ascensione. A parere mio la tua prova era per vedere se riuscivi a lasciarti andare dalla tempesta che sta arrivando…
Tutto quello che succede attorno a te è un illusione di cui le altre anime si nutrono per svegliarsi e finire il loro karma.
Il disegno è così enorme e così infinitamente intrecciato, che la tua “manomissione” può avere causato un cambiamento forzato del disegno, lasciando indietro alcune anime.
Quello che cerco di dirti è che se ti metti di cercare a sistemare tutto…tra poco tempo sarai asciugato della tua energia da tutto quello che succede.
Perciò, guarda, lasciati trasportare, guarda non la tempesta…ma se puoi aiutare al massimo qualcuno ad uscire dalla tempesta….che è ben diverso da fermare l’inevitabile.
Riflettici su…sarei molto contento di sapere la vostra opinione.
Un abbraccio.

renzo
luglio 10th, 2015 at 04:56
Caro Giorgio,
mi fa molto piacere questo Tuo commento che condivido in pieno e Ti ringrazio.
Ti devo però informare di alcune cose personali.
C’è stato un tempo in cui la pioggia aspettava che fossi al riparo prima di scendere ed ha smesso di farlo solo dopo che io riuscivo a fermarla ove sentivo necessario.
Il viaggio è stato lungo con alti e bassi, ma come un Chakra che fa due giri da una parte ed uno inverso, anch’io ho fatto due passi in avanti ed uno indietro, non sono così bravo e determinato a farne solo in avanti.
Ritengo di essere stato “spinto” dalla “pioggia” ad occuparmi di qualcosa che col passare del tempo è diventata sempre più disastrosa per scelta umana, mi spiego?
Pertanto considero buono il punto di vista di Tanja, ma il fatto che mi riesca di fare ciò, è perchè sono stato incaricato ed istruito, tenendo conto delle regole Universali es: concordo come dice Tanja che erano pronti ed altri no, ma c’è un fattore determinante che ne cambia i risultati e cioè, che se si riesce ad immettere un risveglio coscienziale nelle Persone, la sofferenza non è più necessaria, questo è il mio punto di vista.
Perciò non ritengo di manomettere gli eventi che hanno uno scopo, ma che sono anche manovrati da chi non dovrebbe e semmai sono loro che manomettono.
Per l’Energia non sono per niente preoccupato, ne posso avere quanta serve al momento utile e poi sono più carico di prima, semmai è una mia libera scelta di percorre la mia via in questo modo, adatta per me.
Notare che al primo temporale, ero tranquillo, non ho fatto un grande intervento, ma il fatto di essermi sentito tranquillo, mi fa pensare che ciò doveva succedere, altrimenti “qualcosa” mi avrebbe spinto ad intervenire con maggiore efficacia, oltretutto non avevo sentore che sarebbe stato in quel modo.
Uno dei miei scopi era quello di far sì che la gente non credesse più alla tv, attraverso il meteo e di fatto le “previsioni” sono diventate sempre più sul vago, con spiegazioni sempre più lunghe ed incerte, sul forse ecc..
Come vedi Caro Giorgio, ho le mie buone ragioni per agire in questo modo e non Ti ho detto tutto, sarebbe un libro da scrivere.
Ti ringrazio comunque ancora ed auguro a Tè, a Tanja e Tutte/i, un feli fine settimana e per l’eternità.
Renzo

Tanja
luglio 10th, 2015 at 05:44
Com è bello sentire diversi punti di vista. con essi tutti stiamo diventando più ricchi.

renzo
luglio 10th, 2015 at 05:07
Scusate, rileggendo ora ho trovato tardivamente un errore,
intendevo:
un felice fine settimana e per l’eternità

Giorgio
luglio 10th, 2015 at 08:57
Quanto vi voglio bene fratelli…ma quanto…
Caro Renzo, questo non l’avevo preso in considerazione e capisco benissimo il tuo punto di vista che inoltre, non credo solo un punto di vista
Prosegui tutta dritta, ti accompagneremo ovunque tu vada e se hai bisogno, fai un fischio perchè non sei mai solo.
^_^

renzo
luglio 10th, 2015 at 18:20
Cari Tanja e Giorgio,
sono commosso dai Vostri preziosi commenti e mi danno una grande spinta verso la Compassione che è sempre scadente e me la devo sempre “inventare” quando c’è il bisogno e che fa parte della mia evoluzione, pertanto ancora molte e molte grazie.
Approfitto per aggiungere altre riflessioni non dette prima: nel pensiero di dover avere ancora maggior fiducia e non perdere tempo nel voler vedere con gli occhi fisici, in pratica devo migliorare il terzo occhio ed essere più centrato nel Cuore ed anche questo è evoluzione per me; come vedi Caro Giorgio vedo molte cose sotto forma di informazioni utili.
Inoltre, considerando il mio sogno e ciò che dice Tanja, direi che i temporali erano solo uno enorme come il tornado, che dopo il primo intervento stava per vedersi il sole ed ha creato una separazione, un rallentamento, poi con l’insistere l’ho visto come un secondo ed era più forte con tempesta, pertanto altro intervento più impegnativo ed il secondo tornado se ne è andato e si stava schiarendo ancora, ma con l’arrivo del terzo che era diretto qui credo, ho visto la mostruosità, l’intensità devastante e mi sono impegnato a fondo, convinto che era quello il colpo di grazia.
Ora analizzando ciò che dice Tanja e ciò che ho fatto, non vien da pensare al coordinamento dell’insieme?
Lei dice di Venezia che erano pronti ed io che mi sentivo abbastanza tranquillo, anche il vento lo era qui, pertanto anche se a malincuore devo accettare che era giusto così; il secondo per me in quel momento era solo più forte ma senza vento che non mi fece pensare ad un tornado che era comunque già avvenuto nel primo, ma il terzo però sì che mi mise in all’erta prima ancora che arrivi.
Perciò, a detta di Tanja che sono diventati tre, Lei ha visto senza prima sapere cosa io faccio, io ha fatto senza conoscere la Sua visione, ma di fatto questo combacia perfettamente, sono stati eliminati quei due che non erano giustificabili perché manovrati da mente umana ed è stato fatto passare il primo, il tutto in armonia.
Stiamo agendo sempre più all’unisuono Caro Giorgio.
Ti ringrazio del Tuo prezioso sostegno e te ne racconto un’altra:
anni fa una bella bimba nella festa del Suo compleanno, mi si avvicina e dice: “Tu sei fortunato, hai molti servitori” poi si ferma un po come per riflettere e poi dice ancora “ma è giusto così” e se ne va a giocare con altri Bambini scordando poi tutto, è stato un chiaro messaggio.
Di fatto, parecchie volte ho visto risultati grandiosi pur non riconoscendo nel mio intervento una tale capacità od impegno ed a volte perfino con il solo desiderio.
Gli aiutanti quindi ci sono ed anche le Benedizioni come la Tua.
Sentimenti che aiutano tali interventi: richiesta di Benedizioni al “Cielo”, che vengano eliminati errori di intervento, lasciare che sia ciò che è giusto che sia, con distacco, in spirito di servizio amorevole, con Cuore vibrante di Compassione visualizzando il risultato come già manifesto, tenendo conto che scopo, motivazione, intenzione, devono essere di alto livello, meglio se Spirituali e cioè in armonia con il piano Divino, gratitudine prima e dopo l’intervento, fiducia totale o meglio convinzione lasciando che poi sia ciò che è giusto onde appunto non incorrere in un contrasto o manomissione ed altro ancora forse che non ricordo al momento.
Vado nel mio orticello, mi auguro aver fatto cosa gradita.
Rinnovo saluti ed abbracci per Tutte/i.
Renzo

Gradirei sentire Vostri preziosi commenti, grazie.

Siate Armonia Divina, come dentro così fuori e così è.
NuvolHarì

   Invia l'articolo in formato PDF   

2 Risposte a “Tornado del 8-7-2015, fatti e riflessioni”

  1. Grazie Renzo, Prezioso per me è questo racconto. Buona vita, Namaste

    1. Grazie del grazie Fabrizio.
      Buona vita a Voi Tutti.
      E per dirla in Sanscrito: Namaste.

I commenti sono chiusi.