Allerta meteo? si, SuddhaPrana? si, Daimoku? si.

Di questi tempi è tutto mischiato, finte previsioni che significano intento, Cuori compassionevoli che in qualche modo armonizzano ed i risultati si vedono entrambi, basta osservare.

Siate Armonia Divina, come dentro così fuori e così è.
NuvolHarì

 

   Invia l'articolo in formato PDF   

7 Risposte a “Allerta meteo? si, SuddhaPrana? si, Daimoku? si.”

  1. Ma la neve buona, la pioggia buona, i venti buoni quando li lasciamo passare? La terra deve riposare, le piante e gli umani hanno bisogno di acqua…

    1. Benvenuta Daniela.
      Passeranno quando nelle “nuvole” non ci saranno più mescolate certe sostanze,
      quando le piogge saranno come un tempo es.: un temporale in piena estate dopo almeno 20giorni di caldo cocente che fa evaporare l’acqua, ecc. ecc.
      Tieni presente che appena si lascia passare qualcosa, potrebbe già essere tardi per fermarla, altrimenti…, il tutto non è semplice da gestire.
      Un abbraccione.
      Renzo

      1. Mi sono accorta che non è facile da gestire. Tento nel mio piccolo di fare qualcosa, anche se vedo che molti non sono consapevoli di quello che si svolge sopra alle loro teste…e mi abbatto! Poi riprovo e ancora il giorno dopo. Ogni volta che sento che la mia testa si chiude è segno che qualche aereo sta passando sopra la mia testa o nelle vicinanze e che sta rilasciando qualcosa nell’aria. Di solito guardo in su e li trovo sempre. La prima sensazione che danno è ottundimento, e cioè coprono, smorzano la potenza dei sensi che sanno ricevere (non ti dico la battaglia che faccio!) Amo avere la testa libera, liberissima. Assorbo a livello fisico e forse è per questo che li sento in modo esasperato. Ho visto che hai aggiunto una parola questa volta e cioè “Daiomoku” (io non la conosco ma voglio imparare, informarmi e vedere se può funzionare). Ciao Renzo.

          1. Sensazioni ed influssi che si sentono quando ci si sta risvegliando, chi dorme in pieno nemmeno se ne accorge; pertanto credo sia doveroso intervenire per compassione, vedere quelle influenze come un aiuto per Noi e tutto sommato anche ringraziare perché funzionali al risveglio.
            Se non le sentissimo, non avremmo la spinta ad intervenire e gli altri continuerebbero a dormire inconsapevolmente.
            Qualcuno da qualche parte si accorgerà pure che hanno una influenza.Giorno e notte si susseguono incessantemente, così anche nascite e morti, tutto parte dell’evoluzione.
            Prendere atto di quelle influenze, torna utile, centrarsi ancor più è la soluzione, ma continuare a sentirle senza subirle in toto onde sapere cosa succede agli altri, credo sia utile in fondo, sia per sapere, sia come spinta per Noi.
            Così la vedo io.

  2. Comunque grazie per aver allegato le foto. Capisco un po’ di più così.

I commenti sono chiusi.