CALDEROLI: STO COI POLIZIOTTI

martedì 25 luglio 2017
”Io sto dalla parte dei poliziotti, che in questa estate di emergenza immigrati, al posto di avere la solidarieta’ e la vicinanza di tutti per il grande lavoro che stanno facendo, si ritrovano costantemente sulla graticola mediatica”. Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, in riferimento ai casi dei due poliziotti che nei giorni scorsi si sarebbero resi protagonisti di insulti razzisti verso migranti. ”Una semplice battuta di un poliziotto – spiega – che scorta l’immigrato in bici sull’autostrada sulla Torino-Bardonecchia diventa un caso politico nazionale e costa la sospensione all’agente, al posto che elogiarlo per aver evitato un incidente stradale, ora sul tritacarne finisce un altro poliziotto a Ventimiglia, sempre per una semplice frase detta in un momento di concitazione. Nessuno pero’ si e’ indignato la settimana scorsa, quando un poliziotto si e’ preso una coltellata a Milano da un clandestino o una poliziotta, sempre a Milano, ha evitato per un soffio i cocci di vetro di bottiglia con cui un altro clandestino tentava di infilzarla. Quando i clandestini tentano di uccidere due poliziotti nessuno si indigna. E nemmeno si indigna vedendo che i suddetti clandestini vengono scarcerati l’indomani…”. ”Io sto con i poliziotti, – conclude Calderoli – sto dalla parte di chi serve e difende noi cittadini, sto dalla parte di chi e’ in prima linea a fronteggiare un’emergenza causata da politici che dovrebbero cambiare mestiere e ci hanno fatto invadere da 600mila clandestini in tre anni”.

Fonte: http://www.ilnord.it/i-6486_CALDEROLISTO_COI_POLIZIOTTI

   Invia l'articolo in formato PDF