Cellule in ascolto : Come guarire comunicando con il proprio corpo.

“Ogni parte del corpo ha una propria coscienza o la propria anima.”

Queste parole, pronunciate da una “donna medicina” indigena,  dovrebbero essere uno spunto chiaro per intraprendere il nostro viaggio interiore al fine di riscoprire la straordinaria capacità di guarigione del corpo umano. Si dice ormai molto spesso che il nostro corpo oltre al potere di auto rigenerarsi a livello cellulare, ha anche quello di guarirsi letteralmente! Mentre scrivo questo articolo eseguendo ricerche a conferma di tutto ciò, sto anche testando su me stessa questa che non amo definire “tecnica”, ma un vero e proprio lavoro di guarigione consapevole e di comunicazione con il proprio corpo.

Al di là della somatizzazione di eventi personali traumatici, o la presa in carico del peso del mondo che nel mio caso emotivamente ho sentito fin dall’infanzia, deve esserci un momento in cui si decide di tagliare letteralmente il cordone da tutto ciò, consapevoli che nel momento in cui io porto guarigione in me, la porto anche nel mondo esterno, in quanto siamo tutti interconnessi. Come ho scritto nel penultimo articolo , “in uno stato di coscienza alterata, i professionisti Sciamanici incanalano e trasmettono energie universali sottili per aiutare a guarire se stessi e gli altri. I risultati hanno mostrato che il modello di onde cerebrali dei soggetti rallentano in uno stato theta. Questo stato viene attivato quando la maggior parte delle onde cerebrali trasmesse dal soggetto, iniziano ad oscillare ad una frequenza di 4-8 cicli al secondo (4-8 Hz). Regolare le nostre onde cerebrali alla frequenza naturale della Terra di circa 8 Hz attraverso la meditazione regolare o attraverso una pratica sciamanica come quella del tambureggiamento, è come girare la manopola della radio per una nuova stazione. Quando armonizziamo le nostre onde cerebrali con la frequenza naturale del pianeta, le intenzioni vengono trasmesse, seguite dalla forza della Terra stessa, dando loro  più potenza e direzione.”

Una pratica di meditazione regolare è necessaria per addestrare il cervello a entrare in stati di onde cerebrali alfa e theta.  Mentre si è in questi stati, la comunicazione tra la mente cosciente e il corpo fisico migliora drasticamente.  Quando si comunica, ci sono tre passaggi chiave per ottenere la cooperazione del corpo:

  1. Avere un approccio con il proprio corpo di genuina compassione, comprendendo che è costituito da cellule coscienti che sperimentano emozioni.
  2. Costruire un rapporto di fiducia con il proprio corpo, attraverso conversazioni consapevoli in merito al vostro desiderio, impegnandosi in una cooperazione da parte di entrambi a superare la malattia o modificare addirittura il processo di invecchiamento.
  3. Consentire modifiche nella conversazione utilizzando diversi pensieri e parole che suscitino spontaneamente emozioni elevate.

Dalla mia esperienza queste tre linee guida sopracitate, sono necessarie per avere un immediato riscontro dinamico di guarigione.

E’ importante sottolineare che per cominciare un percorso di guarigione consapevole sono necessarie : responsabilità, fiducia in sé e nella propria struttura corporea in quanto coscienza stessa, gratitudine e immenso amore. 

Anna Spiga

background-1776015_1920-copia

 Fonte: https://risveglioinazione.wordpress.com/2017/01/11/cellule-in-ascolto-come-guarire-comunicando-con-il-proprio-corpo/
   Invia l'articolo in formato PDF