Eclissi lunare del 16 settembre


eclissi 16 settembreIl 16 settembre ci sarà un’eclissi lunare di penombra, visibile anche in Italia.
Eclissi finale dell’anno che completerà un semestre pesante, in cui abbiamo fatto i conti con ostacoli e forze planetarie in netto contrasto fra loro.
Se saremo disposti ad integrare il passato, questa Piena ci spingerà verso nuove frontiere. Sarà necessario avere il coraggio di mettersi in gioco ed esplorare.
Il bisogno di liberazione si sta facendo sentire in modo importante nell’animo umano.
L’eclissi cadrà nell’area del cielo nota come Purva Bhadrapada. E’ simboleggiata da un uomo con due teste o due spade incrociate, o dalle gambe anteriori della barella usata per trasportare i corpi nei campi crematori.
Per noi occidentali, la costellazione è quella dei Pesci che nuotano in direzione opposta, ma legati fra loro: l’immersione nelle acque, simboleggia la regressione nel preformale, la rigenerazione totale, la rinascita, perché l’immersione equivale alla dissoluzione delle forme, a una reintegrazione nel mondo indifferenziato della preesistenza, nel caos originale (Mircea Eliade).
Morte e rinascita: questa nakshatra ci aiuterà a capire cos’è davvero importante nella nostra vita e cosa dev’essere tagliato. Bisogna dare un ordine alle priorità, per ottimizzare l’anno venturo. Solo il seme migliore va preservato per essere messo a dimora.
Il nome Rigvedico della costellazione è “Ajoikapada”, ossia serpente o dragone di fuoco e richiama una variante tantrica del dio Shiva, ossia “Shiva Ekapada” connesso agli aspetti più trasformativi dell’essere, ai serpenti Naga che siedono arrotolati alla base del chakra della radice e nelle profondità della terra. I Naga sono antichi spiriti della terra che strisciano attraverso i regni sottili e risvegliano in noi l’energia vitale e il non attaccamento derivante della nagasaggezza spirituale. I serpenti Naga sono la shakti kundalini che sostiene e protegge la vita sulla terra.
Come un serpente muta la pelle, questa eclissi può aiutarci a creare una nuova identità, ad ottenere un nuovo posto nel mondo.
Nuovi inizi, nuove opportunità si apriranno, in linea con l’aspetto positivo offerto da Giove, dio dell’espansione e dell’abbondanza, che spezzerà le energie stagnanti.
Sfide e tensioni “lasceranno la presa” con l’uscita di Marte dal segno dello Scorpione, Signore che governa l’ottava casa (morte e trasformazione), il 17 settembre. Saturno ritirerà le sue “lame” e il pianeta rosso busserà alle porte del Sagittario. Questo fuoco espansivo, libero e fiero lo percepiremo effettivamente dopo la ripresa del moto diretto di Mercurio, verso il 23 settembre.
La natura trasformativa dell’eclissi può portare grande entusiasmo oppure farci sentire scarichi, esausti, creare caos e confusione, turbamenti emotivi.
Il consiglio migliore che posso darvi è quello di ri-caricarvi, ri-energizzarvi, stimolare il chakra della radice riconnettendovi all’energia della Terra.
Per tre mesi, alcuni saranno più colpiti dagli effetti di una particolare disposizione planetaria detta “Kalasarpa Dosha o Yoga”, amplificata dall’eclissi e dall’azione di Rahu. Karma…questione spinosa da affrontare e ognuno ha il suo.
A livello globale dovremo aspettarci cambiamenti inattesi, scandali, la dipartita di qualche politico importante, inganni, disastri naturali legati all’acqua.
Sarà un buon momento per rafforzare la disciplina spirituale e usare il fuoco di Purva Bhadrapa per dissolvere e prendere le distanze da ciò che non desideriamo più si riaffacci sul nostro cammino o annienti lo spirito.
Forza, chiarezza, preparazione sono le parole d’ordine per affrontare l’eclissi e la rinascita, che richiederà dei sacrifici.
L’Arcano che più mi sta parlando in questi giorni è “La Morte”, che evoca proprio il processo di distacco e pulizia che porta alla liberazione.
La pietra che consiglio di tenere con sé in questi giorni è l’ossidiana nobile, che favorisce l’introspezione e  mostra chiaramente cosa dobbiamo cambiare, dato che funziona come uno specchio e non ammette sconti (soprattutto nei sogni).
Consigliate tutte le essenze che purificano gli ambienti: dall’eucalipto alla lavanda, ma anche l’incenso miscelato con oli di oppio nero, in grado di connettervi ai misteri dell’inconscio e aprirvi all’intuizione.

Se ti piace questo articolo, per favore condividilo!.

Fonte: http://www.cavernacosmica.com/eclissi-lunare-del-16-settembre/

   Invia l'articolo in formato PDF