Fuoco ed intenzione

Benvenute/i Sorelle e Fatelli.

Oggi ho acceso un fuoco, inteso a bruciare rami tagliati da alcune piante.

Il Cielo era coperto con quella “strana” lattiginosa coltre biancastra che ha ben poco di naturale, basti guardare le formazioni “nuvolose” e confrontarle con quelle di anni addietro.

Ebbene, ho aggiunto l’intenzione Compassionevole che quel fumo provocato dal fuoco, ove la legna non era ancora sufficentemente secca, perciò era notevole, intenso, andasse in alto armonizzando lo spazio là in alto, sostituendosi a quella coltre ed è avvenuto a partire da una piccola zona sopra in verticale, per poi espandersi maggiormente ed a poco è valso il tentativo dei dintorni, di uniformare quella piccola zona.

Questo è ciò che succede sempre e nel mentre che c’è il tentativo di uniformare, all’intorno diventa sempre meno denso, fino a scomparire totalmente.

Sono tanti i modi in cui poter praticare SuddhaPrana armonizzante.

Date spazio alla fantasia, all’intuizione o meglio ancora all’ispirazione che viene “dall’alto” quando lo scòpo è di Compassione e si manifesterà ciò che è in Cuore, da non confondere con l’inconscio mentale, che è tutt’altra cosa.

Il Cuore è collegato allo Spirituale, mentre l’inconscio mentale è collegato alla materia o illusione e pertanto gestibile dallo Spirito o Realtà.

Siate Armonia come dentro così fuori.
NuvolHarì

   Invia l'articolo in formato PDF