GAY VS ETERO

GAY VS ETERO

miss-frociarola

Solo i deficienti si fanno trascinare

Combattersi è inutile, anzi dannoso per noi

L’ingenuità colossale del cedere alla rissa da parte dei gay nei confronti degli etero e da parte degli etero nei confronti dei gay – rissa verbale, a colpi di commenti sui social, piazzate televisive, boicottaggi commerciali e altre manifestazioni di un automatismo pavloviano addirittura spettacolare – è l’ennesima prova delle dinamiche di distrazione di massa in cui la massa, appunto, è cascata anche stavolta.

È evidente che, non bastando più il tifo calcistico, le differenze razziali e la politica, quella delle scelte sessuali è l’arma di distrazione finale, per metterci gli uni contro gli altri, mentre chi dirige il gioco se la spassa a vedere che ci scanniamo.

L’elite, che vuole rimanere sempre invisibile, fuori dai radar della nostra attenzione per potersi fare i fatti propri indisturbata alle nostre spalle, usa meccanismi emotivi che sono ben conosciuti a tutti tranne che alle vittime, ossia noi.

Strategie che con economia di mezzi, in relazione ai risultati potenzialmente ottenibili, ci fanno scontrare tra noi senza che si sporchino le mani i manovratori. Invece che guardarci intorno per capire chi è il direttore d’orchestra perché una regìa c’è anche di questo scontro culturale, ogni giorno più violento.

Bene, sappiate che a questo dibattito sociale assolutamente artificiale e creato a tavolino è possibile porre fine istantaneamente, ed esercitando il più banale buonsenso, con eccellenti risultati.

Fàcciano quel che vogliono i gay, a patto di non nuocere ad alcuno in alcun modo, e fàcciano quel che vogliono gli etero, a patto di non nuocere ad alcuno in alcun modo.

Soluzione assolutamente paritaria, perdita di tempo in discussioni ridotta a zero.

Possibilità di andar d’accordo tra individui di diverso orientamento pari al 100%.

Anche perché davvero non c’è motivo di scannarci tra noi, che siamo il 99% povero del pianeta, mentre l’1% se la spassa, fuori dal nostro radar.

Adesso che sappiamo come andar d’accordo, volgiamo infatti lo sguardo al vero potere che ha organizzato questi flussi migratori di idee da un polo all’altro, e smettiamo di sostenerlo con il nostro comportamento idiota queste dinamiche sociali. Perché il vero potere ha una paura fottuta in questo momento che la distrazione non sia abbastanza, che non litighiamo abbastanza, che non ci facciamo abbastanza male.

Perché?

PERCHE’ SIAMO DANNATAMENTE TROPPI PER LORO, DA NON DISTRATTI POSSIAMO TRAVOLGERLI QUANDO VOGLIAMO, figurativamente o no.

Se, malgrado le acrobatiche campagne dei media che attizzano il fuoco, a sorpresa cominciamo a trattarci con civiltà e gentilezza tra noi, qualunque sia la scelta sessuale di ognuno, saranno costretti a uscire allo scoperto e lì la storia del mondo prenderà una piega inaspettata.

Jervé

Fonte: http://www.iconicon.it/blog/2016/01/gay-etero/

   Invia l'articolo in formato PDF   

Una risposta a “GAY VS ETERO”

  1. Sono d’accordo con l’articolo, anche se a me istintivamente piacciono di più le coppie uomo/donna, facciano quello che vogliono, solo che il discorso si allarga anche alle adozioni di bambini o fecondazioni artificiali/bambini nati in vitro…

    Tutto sta succedendo troppo velocemente, fino a ieri perfino le coppie “normali” (uomo/donna) incontravano difficoltà nell’adottare bambini ora si parla addirittura di adozioni anche per coppie gay…

    Non so….

I commenti sono chiusi.