GLI ASPETTI PLANETARI DI FEBBRAIO 2017…

UNA GRANDE LEZIONE D’AMORE – MARTE CONGIUNTO A VENERE IN ARIETE E GIOVE RETROGRADO IN BILANCIA

Febbraio 2017 inizia con la Danza amorosa tra Venere e Marte che si incontrano nel Segno di Fuoco dell’Ariete, legato al senso della Individualità. Questo segno, alla costante ricerca di un riconoscimento da parte del mondo esterno nel tentativo di dare a se stesso un posto, sta cominciando a spostare lo sguardo dentro, forte di nuove consapevolezze che sono nate grazie ad un intenso lavorio interiore portato dal transito del Pianeta della Luce Urano (2011/2018).
Com’è ovvio, tutto questo produce un effetto sulla coscienza collettiva di pari intensità, che ha il suo rimando maggiore sulle relazioni, sia sentimentali che familiari in senso lato. Chi ha coltivato relazioni di dipendenza con i genitori, chi non è mai uscito, o lo ha fatto con fatica, dal ruolo di Figlio/a, sentirà arrivato il momento del taglio del cordone. Chi questa dipendenza l’ha portata dentro la relazione, avrà davanti uno specchio lucido ed oggettivo, dentro cui poter prendere atto di quello che è, intanto, per poi decidere come proseguire il cammino. Il percorso dentro la verità delle nostre relazioni, il motivo per cui si sta insieme, o il perché siamo single (perché temiamo una relazione, o non riusciamo a dare vita ad un rapporto duraturo), ci verrà sicuramente svelato dagli accadimenti che creeremo intorno a noi tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo, quando Marte, governatore dell’Ariete, entrerà in congiunzione con Urano, pura Luce. Pochi rimarranno indifferenti alla chiarezza interiore che si farà strada dentro le coscienze in quei giorni (22° dell’Ariete tra il 27 ed il 28 febbraio. La congiunzione nasce il 19 febbraio e si esaurisce intorno all’08 marzo). Anche perché dal 06 febbraio Giove in Bilancia, in opposizione all’Ariete, entra in retrogradazione fino al 09 giugno. Se l’Ariete rappresenta la ricerca della propria individualità e del riconoscimento, la Bilancia cerca di mediare affinché le differenze formino un’armonia unica. Questo è il segno delle relazioni per antonomasia. Così Giove, retrocedendo verso il passato, crea un effetto di doppio riverbero di specchio. Non ci sono più dita dietro cui nascondersi. Prendere coscienza delle proprie posizioni interiori rispetto a ciò che siamo, a ciò che crediamo di essere, a ciò che vorremmo essere e non ci siamo mai dati il permesso di esprimere, le paure e le fragilità che proiettiamo sugli altri. Questo è il dono che ci porta febbraio. Le relazioni sono uno dei campi più delicati dell’esistenza. Esse sono specchio perfetto di dove portare guarigione in noi. I compagni di vita sono maestri, nell’agio e anche nella  massima difficoltà. Prendersi la propria responsabilità crea relazioni sane. Coltiviamo rapporti sentimentali proprio per questo motivo, per costruire uno spazio interno che riesca contenere noi stessi, mentre impariamo a fare spazio anche all’altro. Così ci alleniamo a vivere l’esperienza dell’amore, per ricordarci cosa sia. Gli aspetti planetari illuminano i percorsi evolutivi che possiamo intraprendere per fare allenamento d’amore. Ciò che ne esce, dipende da quanto coraggio mettiamo nel voler vedere, mettersi in gioco, fare risuonare al massimo la propria vibrazione interiore.
Stefania Gyan Salila
   Invia l'articolo in formato PDF