Il cambiamento in corso è palpabile, sosteniamolo

Bevenute/i.

Riporto alcuni titoli sul meteo che ai maggiormente attenti non sfuggirà l’evoluzione in meglio. No mi piace riportare Link di cose che tengono bassa la Coscienza ed incitano alla paura, ma dai titoli e per chi volesse cercare gli articoli leggendoli attentamente, risulta evidente quel cambiamento.

Ecco i titoli:

Africa, si no, forse gelo. Ma che succede?

La possibile svolta FREDDA dell’Immacolata: quanto c’è di vero?

Confronto modelli: il modello americano questa mattina punta sul FREDDO, gli altri invece…

Non desiderando addentrarmi ancora una volta in considerazioni che richiederebbero molto tempo, mi limito a fornire alcuni spunti.

Le “previsioni” cominciano a vacillare, ora più che mai, ma c’è sempre quella tendenza a mantenere prestigio che va sempre più scemando.

Dai “modelli” risulta chiara l’arroganza americana, più moderata e consapevole la “previsione” canadase, maggiormente distaccata invece quella europea che tiene conto dei fenomeni locali che spesso mandano a monte le “previsioni” e che solo pochi purtroppo avranno notato, ma è una realtà che non possono nascondere ancora per molto.

Già dagli articoli degli ultimi tempi è possibile vedere una graduale moderazione con maggiore incertezza, si stanno rendendo conto che c’è qualcosa che “sfugge” alla loro solita e “solida” conoscenza scientifica e magari ti dicono che una lunga spiegazione tecnica non sarebbe compresa dai più, ma siamo sicuri che questa sia l’unica vera verità?.

Ora però passiamo ad altro modo di gran lunga più bello per vedere, sentire e vivere quel cambiamento in corso, che ognuno può sostenere energeticamente, ovvero con un Amorevole intento, ma non volendo mescolarlo con queste considerazioni, che in un mondo normale non esisterebbero, ma che comunque diventa necessario per una comprensione di cosa sia ora la “realtà” e come invece la vogliamo, creandola consapevolmente anche traendo spunti da visioni illuminanti, lo riporto nel successivo articolo.

Siate Armonia come dentro così fuori.
NuvolHarì

   Invia l'articolo in formato PDF