Il Maestro disse

brani di vita di Yogananda

Da: Paramahansa Yogananda – Il Maestro disse – ed. Astrolabio

Parlando del male che provocano i pettegolezzi, il Maestro
raccontò ad un gruppo di discepoli: “Il mio guru Sri Yukteswar
usava dire: “Se non è qualcosa che posso dire a tutti, non la
voglio sentire!””.

***

A un allievo malcontento il Maestro disse:

“Non dubitare, altrimenti Dio ti toglierà dall’eremitaggio.
Quanti vengono qui cercando dei miracoli! Ma i Maestri non
esibiscono i poteri dati loro da Dio, se non quando Egli comanda
loro di farlo. La maggior parte degli uomini non capisce che il
più grande di tutti i miracoli sarebbe la trasformazione della
loro vita mediante l’umile obbedienza al Suo volere”.

***

“Non lasciatevi impressionare dalle lodi di conoscenti che non vi
conoscono realmente”, disse il Maestro. “Aspirate piuttosto alla
buona opinione dei veri amici, cioè di coloro che vi aiutano a
migliorarvi e che non vi adulano mai o giustificano i vostri
difetti. E’ Dio che vi guida attraverso la sincerità dei veri
amici”.

***

Un certo allievo che il Maestro aveva iniziato al Kriya Yoga
disse a un altro studente: “Io non pratico il Kriya tutti i
giorni. Cerco di trattenere nella memoria la gioia che è venuta a
me la prima volta che ho usato questa tecnica”.
Quando Paramansaji apprese la storia, rise e disse:
“Egli è come un uomo affamato che rifiuta il cibo dicendo: “No,
grazie! Io cerco di trattenere nella memoria la soddisfazione che
provai durante il pasto fatto la settimana scorsa!””.

***

“Maestro io amo tutti”, disse una discepola.
“Dovresti amare Dio solo!”, rispose Paramansaji.
La discepola incontrò il Guru alcune settimane dopo. Questi le
chiese: “Ami tu gli altri?”
“Io conservo il mio amore per Dio solo”, rispose la devota.
“Dovresti amare tutti di questo amore”.
Confusa la discepola chiese: “Signore, che cosa intendete dire?
Prima dite che amare tutti è sbagliato, poi dite che è sbagliato
escludere alcuno dal nostro amore.”
“Tu sei attratta dalla personalità della gente, che porta a
contrarre attaccamenti limitanti”, spiegò il Maestro. “Quando
amerai veramente Iddio, Lo vedrai in ogni volto umano, e saprai
che cosa significa amare tutti. Non sono le forme e gli ego che
dobbiamo adorare, ma il Signore dimorante in ogni essere umano.
Egli solo dota le Sue creature di vita, fascino e individualità”.

   Invia l'articolo in formato PDF