“La conoscenza verrà caricata direttamente nel cervello”.

Posted by Tanja

caricare informazioni direttamente nel cervello

Stamattina questo titolo era prima cosa che ho visto aprendo il pc.
Sorridevo.
Realtà esterna rispecchia quello che sta succedendo dentro di noi.
Se lo puoi immaginare esso esiste già.
Tecnologia è solo una stampella che si usa fino a diventare consapevoli, che ogni tecnologia è solo imitazione della natura.
Noi siamo la natura.
La conoscenza si carica direttamente nel cervello tutto il tempo senza nessun aiuto tecnologico.

Questa è la realtà.

E una questione diversa se noi ci fidiamo di questi download automatici o no e se vogliamo usarli o no nella nostra vita quotidiana.

Quando spiritualità dice – fidati di te stesso – parla di questo.

Ogni attimo della nostra vita noi stiamo facendo questi download di informazioni provenienti dai campi di coscienza collettiva multidimensionale.
A differenza dei download tecnologici dove l’ego e mente limitata decidono che informazioni vogliamo “caricare”, durante il download naturale, noi carichiamo solo i programmi ed informazioni necessari ed utili per lo svolgimento del nostro scopo di vita in questa specifica incarnazione.
Non si carica nulla di più e nulla di meno.

Non c’è “pericolo di sovraccaricamento o disfunzioni.
Tutte le informazioni e programmi arrivano nel momento e nel modo giusto per poterli utilizzare momentaneamente.

Ecco che a pochi giorni prima della potentissima eclissi solare totale, si sta manifestando una notizia che sta mostrando ancora una volta in modo chiaro le 2 linee temporali che esistono qui ed ora.

In una di esse essere umano vive dipendendo dalla tecnologia non fidandosi nel proprio potere e proprie capacità e in seconda vivono quelli che tendono al indipendenza totale individuale, lavorando e sviluppando se stessi.

Principale differenza tra queste 2 linee temporali si trova nel modo in cui si interpretano le informazioni.
Un informazione è solo un informazione, neutrale, che esiste nel mondo quantico delle infinite possibilità, fino al momento in cui noi, ognuno per se sceglie che significato darà a questa informazione.

In questa introduzione io vi ho scoperto la mia interpretazione, a voi lascio la libertà di create la vostra.

L’Huffington Post ha pubblicato questa notizia il 01/03/2016 13:33 ( 😀 wow quanti numeri 3 ) ed il ve la proprongo oggi il 03/03/2016
Buona lettura

Chi non ha mai sognato di addormentarsi e svegliarsi carico di ogni tipo di conoscenza? Chi non ha mai sognato di imparare senza dover sudare sui libri, ma con un semplice sistema di “implementazione di capacità”, se così si può dire? Se fino a ieri questa era soltanto materia per film di fantascienza come Matrix, oggi grazie allo sviluppo e al progresso della ricerca e della tecnologia, potrebbe diventare realtà.

I ricercatori degli HRL Laboratories, con sede in California, dicono di aver trovato un modo per amplificare l’apprendimento tramite alimentazione del cervello. In altre parole, proprio come nel classico di fantascienza The Matrix, imparare potrebbe richiedere uno sforzo minimo come quello di addormentarsi.

Gli studiosi sostengono di aver sviluppato un simulatore che può alimentare le informazioni direttamente nel cervello di una persona e insegnare loro nuove competenze in un breve lasso di tempo. Essi credono che potrebbe essere il primo passo nello sviluppo di software avanzati, imitando per l’appunto quello che per il momento è solo fantasia dei registi.

Come? Hanno studiato i segnali elettrici nel cervello di un pilota addestrato e poi hanno implementato le informazioni, tramite stimolazione transcranica a corrente continua, in soggetti alle prime armi mentre imparavano a pilotare un aereo tramite un simulatore di volo realistico. Lo studio, pubblicato su Frontiers in Human Neuroscience, ha scoperto che i soggetti che hanno ricevuto la stimolazione cerebrale tramite elettrodi implementati sulla testa hanno migliorato le loro abilità di pilotaggio e imparato il compito il 33% meglio del gruppo che non li aveva ricevuti.

“Il nostro sistema è uno dei primi nel suo genere. È un sistema di stimolazione cerebrale “, ha spiegato il dottor Matthew Phillips. “Sembra tipo di sci-fi, ma c’è una grande base scientifica per lo sviluppo del nostro sistema. Quando si impara qualcosa, il cervello cambia fisicamente. Le connessioni sono realizzate e rafforzate in un processo chiamato neuro-plasticità. Si scopre che alcune funzioni del cervello, come il linguaggio e la memoria, si trovano in regioni molto specifiche del cervello, con le dimensioni di un mignolo”.

Il dottor Matthews ritiene che la stimolazione cerebrale potrebbe alla fine servire anche per implementare attività come imparare a guidare, prepararsi all’esame e apprendere delle lingue. “Il metodo in sé è in realtà piuttosto vecchio. In effetti, già gli antichi egizi 4000 anni fa utilizzavano pesci elettrici (una specie di pesci che possono produrre campi elettrici) per stimolare e ridurre il dolore.

Mentre le ricerche precedenti hanno dimostrato che la stimolazione transcranica a corrente continua può aiutare i pazienti a recuperare più rapidamente da un ictus e stimolare la creatività di una persona sana, lo studio di HRL è uno dei primi a dimostrare che la tDCS è efficace per accelerare l’apprendimento pratico.

Fonte: http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=15440

   Invia l'articolo in formato PDF