Profezie? no!. L’evoluzione sentita, voluta, energizzata dai Cuori

Cari Fratelli, desidero oggi proporre nella stessa pagina, due scritti di visioni fortemente sentite e favorite energeticamente che non mancheranno di manifestarsi in quanto già nel Cuore di sempre più Esseri consapevoli che manifestano all’esterno e quanti più lo fanno, tanto prima si vedono i risultati, seppur gradualmente.

Buona lettura.

Siate Armonia come dentro così fuori.
NuvolHarì

PREMONITION
Pubblicato da redazione in Art&Vision 9 giugno 2014 Commenti disabilitati su PREMONITION 733 Visite
Pubblichiamo volentieri uno scritto di un nostro lettore con cui siamo da tempo in contatto epistolare, uomo dall’anima lieve e gentile che ha avuto una sorta di sogno premonitore dalla simbologia particolarmente suggestiva.
Eviteremo a tal proposito di parlare di speranza, perché è il concetto con cui dal potere reale siamo stati plagiati finora a sopportare cose ignobili “sperando” che un giorno tutto questo smetterà.
Preferiamo parlare di segni, che ai più sensibili ed ancora innocenti di noi appaiono chiari, di come un futuro possibile si manifesti con un aspetto che ancora non abbiamo sperimentato davvero, quello della libertà.
Jervé

Oggi 07-06-2014 ho fatto un sogno ad occhi aperti, ma forse era una meditazione.
Ebbene, c’era una volta ciò che tutti possiamo oggi vedere e che di cui non mi va di parlare; poi un giorno arrivarono non so come, piccole piante un po’ ovunque e dove crescevano loro, morivano quelle non benefiche.
All’apparire di quelle piantine molti contadini rimasero turbati perché pensavano di aver perso il loro raccolto, ma quando si avvicinarono ad osservare meglio, videro che c’erano dei frutti a forma di Cuore e di Cervello e si chiedevano cosa significasse, certo non poteva essere per caso, erano molto incuriositi, poi osservando meglio si accorsero che il gambo, i rametti e le foglie erano molto simili alla canapa.
Qualcuno più sensibile intuì subito che dovesse trattarsi di qualcosa venuto dal “Cielo” e volle provare a mangiare uno di quei frutti a forma di Cuore; era un po’ aspro perché non ancora maturo, ma si sentì comunque molto meglio, più leggero, sazio, pieno di energia e sopratutto grato al Cielo.
La voce si sparse ovunque, i contadini cominciarono a tranquillizzarsi perché anziché perdere i loro raccolti avevano ora qualcosa che valeva molto di più e nemmeno più si preoccupavano se dalle città la gente affamata veniva e mangiava perché i frutti ricrescevano in pochissimo tempo ed una volta maturi rimanevano tali per lungo tempo, pertanto nessuno più soffriva la fame.
Quelle misteriose piantine apparivano già ad una altezza di 432 mm.. per poi crescere fino a 108 cm., cosicché anche i bambini potevano prenderne un frutto, loro però a differenza dei grandi, ringraziavano quella Benedetta piantina e ad ogni ringraziamento ne spuntava subito un’altra.
Dopo un po’ di tempo nessuno più andò a lavorare come un tempo, non era necessario, ma ci si poteva dedicare a qualcosa di creativo adatto alla propria peculiarità, altri si dedicarono allo studio, altri a cantare glorie al Signore Supremo, ognuno insomma poteva fare ciò che desiderava.
Non c’era bisogno di frigorifero perché le piantine erano sempre verdi e l’inverno era diventato più mite, era insomma un vero Paradiso.
Fu così che in poco tempo finirono governi, banche, religioni ed ogni altra situazione non benefica.
I banchieri scoprirono che mangiando quei preziosi frutti, passava loro la voglia di possesso;
I governanti scoprirono che nessuno più li ascoltava e dovettero adattarsi;
I religiosi scoprirono che ognuno aveva il Divino nel Cuore che funzionava infinitamente meglio dei loro “insegnamenti”.
Fu così che Madre Terra poté finalmente rilassarsi gustando il meraviglioso progresso dei Suoi Amati Figli.
Renzo NuvolHarì

Fonte: http://www.iconicon.it/blog/?s=premonition

 

Il 2016 si aprirà al Nuovo Mondo e Dimensione?

Il 2016 si aprirà al Nuovo Mondo e Dimensione?
E se il 2016 fosse la svolta decisiva per la nostra razza umana? E se ci trovassimo sulla soglia di un nuovo mondo o di una nuova dimensione?
Molto spesso mi capita di visualizzare ad occhi aperti, in una sorta di sogno lucido, degli esseri umani che si tengono per mano, componendo un’immensa catena d’amicizia.
E, contemporaneamente, intravvedo uno scenario sociale basato sull’altruismo e la fraternità, con tante casette ecologiche formanti dei villaggi improntati alla “saggezza” che  si  suddividono  intorno  ad  un’isola  centrale.
Una struttura comune che serve agli scambi, alle decisioni, alle feste… Davanti ad essa, si trova un grande giardino curato da persone dotate di particolare sensibilità verso le piante.
Altre si dedicano alla medicina olistica rivolta al mantenimento della salute sul piano energetico, a livello dei chakras e della propria missione animica.
Dei costruttori si occupano di progettare e di prendersi cura delle abitazioni individuali così come di quella comunitaria. Le dimore singole sono di piccole dimensioni:  una  ventina  di  metri  quadrati.
Degli insegnanti largiscono la conoscenza necessaria per lo sviluppo dei due emisferi del cervello: quello destro ‒ intuitivo e fantasioso, il sinistro ‒ analitico e razionale. Nessuna  dominante  deve prevalere  per  l’equilibrio  dell’essere  umano.
Altri individui dal forte potere creativo hanno il compito di produrre armonia attraverso i suoni, i canti, la pittura… l’arte in generale.
In questo genere di società, il denaro non ha più motivo di esistere. Tutto è al servizio degli altri. Ciascuno apporta i suoi doni e i propri talenti per il benessere della collettività che permette a tutti di esistere per sé e per mezzo di sé.
Qualora ognuno si comportasse così sulla Terra, non ci sarebbero più cupidigia, rancore ed odio.
All’inizio il denaro serviva per scambi equi… Ma è diventato poi fonte di potere. La nuova umanità deve poter andare oltre questo concetto se vuole essere altruista.
L’altruismo non è sottomissione. E non è nemmeno annientamento dell’individuo a favore del gruppo. È un donarsi al Tutto, certi che questo Tutto, a sua volta, non farà mancare nulla al singolo.
Questo avviene ovunque nell’Universo e sarà l’impronta energetica del nuovo mondo imperniato sul rispetto di ogni vita sull’intero pianeta.
Pensandoci bene, questo quadro rassomiglia a certi film di fantascienza che mostrano delle popolazioni plagiate e sottomesse, divise in caste. Tali spettacoli fanno venire i brividi alla schiena. La libertà è inesistente.
Per questo, chiarisco meglio il mio pensiero o sogno immaginifico. A differenza di queste fictions, non ci sono degli aguzzini al potere, ma dei “saggi”, un po’ alla maniera degli indiani d’America che presenziavano solo per guidare.
Si ha così il rispetto delle leggi umane e cosmiche,favorendo al massimo lo sviluppo dell’anima individuale.
Il sistema dei trasporti si è evoluto al punto da aver soppiantato per sempre gli antichi mezzi. Vetture, treni, aerei e navi non hanno più il loro posto perché la scienza si è messa al servizio dell’uomo. Il teletrasporto non è più una chimera e agevola la protezione ambientale.
Immaginate un mondo senza vie, senza autostrade, senza porti ed aeroporti… e l’umanità  che  veglia  sul  buon  andamento  della  natura.
In questa splendida energia di condivisione, l’Essere umano è pronto ad incontrare altre civiltà dell’Universo. La paura dell’ignoto è scomparsa e l’uomo percepisce gli influssi emanati da ogni creatura sapendo come comportarsi e, nel caso, difendersi da essi.
Non crede più che le armi di distruzione di massa lo proteggano. Ha compreso che gli ordigni mortali non sono la soluzione per salvaguardarsi dalle energie negative. Al contrario, essi le alimentano…
Ci sarebbe ancora tanto da dire su questo sogno, ma l’ideale sarebbe che ciascuno potesse cullarlo nel suo cuore per aiutarlo a fiorire nella nostra dimensione…
Ci auguriamo che l’anno 2016 e i seguenti possano contribuire alla nascita di un mondo più spirituale, più altruista e più sintonizzato con la Terra e l’Universo.
Sandrine Laroche
Traduzione, adattamento e cura:Sebirblu.blogspot.it
   Invia l'articolo in formato PDF