Ristabilire la pace interiore nelle avversità


rotrova la pace interioreUn essere umano incontrerà delle difficoltà nel corso della propria esistenza. E’ naturale, normale, fisiologico.
In genere le avversità derivano da:
-i nostri pensieri, azioni, sentimenti, scelte;
-dal destino: sì, a volte per destino dobbiamo apprendere delle lezioni, che non sono castighi ma momenti di crescita interiore.
Per affrontare con calma i problemi, prima dobbiamo calmare noi stessi. Se siamo arrabbiati per esempio, e prendiamo una decisione dettata dall’ira, l’ira ricadrà su di noi, in quanto riflettiamo ciò che abbiamo dentro.
I problemi, che siano finanziari, amorosi, che riguardino l’amicizia, la legge, i datori di lavoro, non se ne andranno mai via da soli; non se ne andranno finché non avremo imparato ciò che dovevamo imparare. Ma quando accade, l’Universo li dissolve e siamo liberi.
Ecco perché abbiamo bisogno di qualche strategia per ritrovare l’equilibrio e quella serena accettazione necessaria a fare scelte assennate, con la pace nel cuore e nella mente. Vi propongo le più semplici.

Dormi
Chi dorme non piglia pesci, ma di sicuro si rilassa. Dormire da alla mente il tempo di “resettarsi”, prendere le distanze dai problemi e calmare le emozioni. Il sonno evoca il buio interiore, ci riconnette all’inconscio e aiuta a trovare risposte alternative ai problemi. Dopo una bella dormita vedrai le cose più chiaramente.

Fatti un bagno
Hai avuto una giornata stressante, sei stanco, deluso, la mente non trova pace.
E’ il momento di prendersi una pausa: lascia che il tuo corpo sia avvolto dall’acqua calda, che aiuterà i chakra a rilasciare l’energia bassa. L’effetto può essere amplificato grazie all’uso di sali alla lavanda, olio essenziale di ginepro, arancio amaro, limone, pepe nero. Se può aiutarti, immagina che il tuo disagio sia lo sporco e l’acqua lo porti via con sé.
Grazie a questo piccolo accorgimento, uscito dalla doccia ti sentirai immediatamente sollevato e più tranquillo.

Vai a correre
Fare movimento è un ottimo modo per liberarsi dell’energia in eccesso e radicarsi. Sei ansioso? Teso?. Prendi la bici e fatti un giro. L’attenzione si sposterà dall’interno all’esterno, garantendo un sano ritorno alla realtà. Dopo che il tuo corpo avrà rilasciato endorfine, l’umore migliorerà, permettendoti di agire in modo sereno ed equilibrato.

Bevi acqua
L’acqua è vita, l’acqua purifica il corpo. Non solo: a livello sottile sblocca le emozioni represse che accumuliamo sotto forma di ritenzione idrica. Inoltre quando siamo ben idratati, nervosismo e irritabilità spariscono. Una buona tisana risolleva sempre l’anima: melissa, tiglio, passiflora e sambuco sono validi alleati antistress.

Uno, due, tre: respira!
Pochi minuti al giorno, concentrati solo sulla respirazione. Trova un posto tranquillo e prenditi qualche minuto per assaporare l’aria. I polmoni sono l’organo che connette l’interno all’esterno, presiedono allo scambio dell’aria ma non solo  (i monaci tibetani lo sanno).
Questa abitudine ti aiuterà a calmare la mente e le emozioni. Più ossigeno equivale a maggiore chiarezza. Se trovi il modo di non cedere allo sconforto “centrandoti” sul respiro, lasciar fluire provocazioni e tensioni sarà più semplice.

Luce sia
Almeno un’ora al giorno cerca di stare al sole. L’energia del sole ricarica l’aura, è un toccasana per il corpo e dona carica e vitalità. Anche se sei in casa, apri le finestre e fai passare luce e aria. Il tuo umore migliorerà!.

Fonte: http://www.cavernacosmica.com/pace-interiore-come-ottenerla/
   Invia l'articolo in formato PDF