Salve a te!

Pensando fare cosa gradita ed utile, copio una mail dell’Amico Andrea Fredi, che tratta EFT, altra utile tecnica che può dare Benefici.

Buona lettura.

NuvolHarì

 

Salve a te!

Ti saluto come facevano gli antichi romani, ovvero con l’augurio di stare bene, e non con il famosissimo “ciao”, perché le parole sono importanti e altrettanto lo sono le loro radici etimologiche. Lo sapevi che ciao deriva dal veneto “s’ciavo”, ovvero “servo vostro”? Sebbene nei secoli abbia cambiato significato, resto comunque attento alle radici della nostra lingua. Per lo stesso motivo, quando parlo italiano, ho fortemente ridotto l’utilizzo di parole inglesi che abbiano una traduzione nella nostra lingua. Non mi sentirai mai dire “location” perché posizione, sede o ubicazione funzionano egregiamente. Le parole veicolano una identità. Che ne pensi?

A proposito di parole, recentemente ho fatto un esperimento con EFT Integrata. Eccone le basi e gli effetti.

La seconda strategia di EFT-i prevede, una volta “agganciata con emozione” una tematica (scena, fantasia, credenza, situazione, sintomo, etc.) la contemporanea stimolazione (meglio se con un massaggio leggero) dei punti di EFT unita all’enunciazione della seguente frase: “Libero l’energia rimasta in questa (scena, fantasia, credenza, situazione, sintomo, etc.)“. Durante i secondi successivi, si rimane in uno stato di apertura e di osservazione, per notare i cambiamenti che occorrono a livello fisico, emotivo e mentale. Ebbene, per implementare l’efficacia di questo approccio è possibile, sempre stimolando uno o più punti, pronunciare la seguente frase (ideata da Steve Wells): “Lascio andare tutti i miei attaccamenti emotivi a (scena, fantasia, credenza, situazione, sintomo, etc.). Anche qui è benvenuta una pausa “simil-meditativa” per consentire alla frase di agire. Quello che ho riscontrato è una maggiore velocità nell’elaborazione di una tematica, oltre ad una profonda espansione della consapevolezza.

Perché funziona?

La prima frase toglie “carburante” alla tematica, la destruttura. Liberare energia (bloccata) significa trasformare il modo con il quale la nostra mente ha configurato ed archiviato l’esperienza (reale o immaginata). In pratica, applicando questo approccio espandi il tuo punto di vista relativo alla tematica.

Un altro aspetto del problema sono gli attaccamenti emotivi. Come dice Byron Katie: “Un pensiero è innocuo fino a quando non lo crediamo. Non sono i nostri pensieri, ma l’attaccamento ad essi a generare sofferenza”. Steve si è reso conto che lasciar andare l’attaccamento è un punto chiave del processo di crescita e liberazione. Ha quindi formulato la frase (grazie anche all’esperienza con Logosintesi, Be Set Free Fast e altre Tecniche Energetiche che utilizzano la parola) per favorire questo processo. Peraltro, Steve tornerà in Italia nel 2017: 8-10 settembre a Castiglione delle Stiviere (MN).

Consigli:

– quando pronunci le frasi, tieni stimolati i punti. Aiuta a far fluire meglio l’energia vitale e ad armonizzare i cambiamenti

– non pronunciare mai le frasi “a freddo” o in “modalità pappagallo”. Prima entra in contatto con la tematica, e poi pronuncia le frasi. Inoltre, quando le pronunci (meglio se a voce normale) focalizza la tua attenzione su ciò che stai dicendo, sul significato oltre che sulla tematica.

Se vuoi apprendere e/o approfondire le ultime novità nel campo di EFT Integrata, hai due occasioni:

il 5 e 6 novembre a Busalla (GE) per un Base + LIVE

il 20 novembre a Castiglione delle Stiviere (MN) per un Base

Trovi le info a questo link: http://www.eft-italia.it/calendario/

Infine, ho in cantiere grandi novità riguardo ad EFT-i e AGER. Ancora qualche mese e…EFT Integrata diventerà il tuo strumento di evoluzione preferito! 😉

Buona onda,

Andrea


 

Andrea Fredi www.eft-italia.it | Disiscrizione

   Invia l'articolo in formato PDF