Segnalo: PINE GAP: Base Top Secret per Pericolo Imminente?

PINE GAP: Base Top Secret per Pericolo Imminente?

Sebirblu, 12 agosto 2017
A 72 anni dal tragico lancio della bomba atomica su Hiroshima che spazzò via, in un attimo, le vite di 140.000 civili, il pensiero corre a questo nemico che da allora potenzialmente incombe sull’intera umanità.
Ma gli stessi governi, invece di coalizzarsi e combatterlo,estirpandolo dal mondo perché letale per tutti, insistono nella propria lucida follia della corsa al “nucleare”, se non altro ai fini ipocriti della sola deterrenza, credendo così di mettersi al sicuro da qualsiasi aggressione ostile.
E non paghi (soprattutto gli USA) del tremendo risultato ottenuto, hanno continuato ad armarsi “comprando” la scienza e, letteralmente, “vendendo l’anima al diavolo” con l’aiuto degli extraterrestri negativi (cfr QUI), pur di mantenere il dominio sul genere umano cercando di annientarne una gran parte, ed assoggettarne il resto per i loro fini criminali.
Parlo soprattutto dell’America, perché con essa è iniziata l’era atomica e l’impiego della retro-ingegneria spaziale sin dal tempo di Roswell (cfr. QUI) in diverse zone off-limits sparse in tutto il mondo.
L’articolo che segue presenta “Pine Gap”, la quasi sconosciuta base americana in Australia, ancor più segreta dell’Area 51 in Nevada o di Dulce in Messico.
Il noto Robert Dean, QUI, e non solo lui perché anche QUI c’è una testimonianza molto interessante che conferma il presente articolo, asserisce che al suo interno ci siano degli alieni. Forse non è un caso che in quei luoghi si verifichi di continuo una serie impressionante di avvistamenti UFO.
Base di Pine Gap: Contesto Mondiale
Per meglio comprendere il caso, mi sento in obbligo di dare qualche spiegazione preliminare. Spero che tale chiarimento possa contribuire ad una più vasta presa di coscienza sulla straordinaria importanza che tale complesso ha per i popoli della Terra.
Oggi, la maggior parte delle persone non ha più alcun dubbio sull’esistenza degli extraterrestri. Sa che sono reali. Questo fenomeno ha scatenato scontri, controversie e forum per numerosi anni. Alcuni di questi, del resto, non sempre sono stati molto obbiettivi.
Se l’argomento fosse stato ben presentato, le opinioni del pubblico avrebbero potuto calmarsi e si sarebbero allora ipotizzate le future relazioni con i popoli dello spazio con mente più serena e più chiara.
Lo spirito della gente, tuttavia, non è in pace. Percepisce vagamente che i governi gli nascondono qualcosa di enorme (cfr. QUI e QUI; ndt) e si domanda dove i nostri dirigenti intendano condurre il genere umano.
Molti ancora non conoscono che tra le tante roccaforti top secret USA (cfr. QUI e QUI; ndt) ne esistono tre anche in Australia, di cui una al nord (la più grande) chiamata “Base di Ricerca per la Difesa Spaziale”, situata a circa 230 km dal centro geografico del continente e a 12 miglia ad Ovest di Alice Springs, tra le colline del versante sud della catena montuosa di Mac Donnel.
È del tutto interrata, con gli ingressi appena visibili alla superficie e completamente finanziata dal Governo degli Stati Uniti sotto la sigla JDSRF.

Lo scopo di questo complesso, sin dall’inizio, sembrava riguardare la conduzione di ricerche scientifiche atte a sviluppare una tecnologia di difesa spaziale, ma il suo obbiettivo vero si è rivelato ben presto lo studio sulla propulsione elettromagnetica.

Continua: http://sebirblu.blogspot.it/2017/08/pine-gap-base-top-secret-per-pericolo.html
   Invia l'articolo in formato PDF