I SEGNI ZODIACALI E GLI ORGANI BERSAGLIO – PARTE 2…

ASTROLOGIA PSICOSOMATICA

Questa è la seconda parte dell’articolo dedicato ai 12 Segni Zodiacali e la loro rete di connessioni con il mondo fisico (per leggere la Parte 1 clicca QUI). Quando l’Anima sceglie il Segno dentro cui prenderà un corpo, viene scelto un determinato sentiero di azione sulla Terra perché in quel passaggio l’Essere assume una forma che sarà quanto più allineata possibile con l’esperienza necessaria a raggiungere un dato stato di coscienza.

Il corpo riceve la Luce e la media, trasmettendola alla Terra attraverso il sistema nervoso e la rete dei meridiani. Quando il corpo parla tramite le somatizzazioni, significa che qualcosa vuol rendersi visibile alla mente conscia, qualcosa che in precedenza era stato rimosso. E’ importante poter disporre di informazioni che decifrino il linguaggio del corpo, così da espandere questa preziosissima relazione di mutuo soccorso tra la mente ed il corpo, per far fiorire il Sé.

Ecco dunque la lista degli ultimi 6 Segni Zodiacali ed i loro organi bersaglio. La corrispondenza vale per chi ha il Sole in un dato segno (cioè appartiene ad un dato segno per nascita), oppure l’Ascendente e/o la Luna cadono in quel segno oppure ha uno Stellium (raggruppamento planetario) in un dato Segno. E’ possibile leggere il valore dell’organo di scarico del proprio Segno, dell’Ascendente e dove cade la Luna e vedere quale sia la parte fragile tra i tre. Così il quadro personale diventa più completo.

Per calcolare il proprio tema natale cliccare

QUI

.

Bilancia – Elemento Aria – organo bersaglio: reni, organi emuntori, che filtrano ciò che deve essere scartato. Nell’elemento Aria ci si confronta sempre con le idee e gli ideali, quindi le idealizzazioni. Nei reni si somatizza l’idealizzazione di ciò che si vuol vedere rispetto ad una realtà che spaventa e che congela, essendo il Freddo la qualità legata a questo settore corporeo. Le estremità corporee (mani e piedi) di questi nativi sono spesso fredde, a segnalare problemi di circolazione energetica, quindi ristagni, come difficoltà a lasciar andare visioni alterate che non corrispondono alla verità. Viene consigliato un lavoro mirato sul Respiro (elemento Aria) che riporta in contatto con il corpo e stimola il raggiungimento di un punto di vista centrato sul Cuore.

Scorpione – Elemento Acqua – organo bersaglio: sfera genitale, dove viene somatizzata la ferita della disistima, ma anche sfera intestinale, quale settore su cui esercitare il controllo, vista la natura intellettivamente sopraffina di questo Segno, che a volte può ritorcersi contro il nativo. I principali filoni emozionali dello Scorpione sono due: il senso di inadeguatezza (scarico sulla sfera genitale) e la superiorità intellettiva (scarico sull’intestino). In base a dove un nativo è maggiormente identificato,   ci sarà un settore corporeo più fragile. Lo Scorpione vive nella tendenza bruciante di volersi fondere con l’Uno, che nel quotidiano ovviamente coincide con un altro essere umano. In questo stato è facile rimanere scottati, perché si sta cercando fuori qualcosa che esiste solo nell’incontro interiore di una potente Alchimia tra gli opposti. La dote da sviluppare è la capacità di indagine psicologica della realtà.

Sagittario – Elemento Fuoco – organo bersaglio: fegato, che somatizza l’irrequietezza e la rabbia. Quando il fegato viene iper-stimolato, potrebbe essere facile soffrire di disturbi nella sfera della digestione, con relativi gonfiori addominali. Possono venire a galla anche emozioni di rabbia a lungo represse, a cui sarebbe il caso dare sfogo in un ambiente protetto, o con un’attività fisica mirata, senza comunque dimenticarsi un sano atteggiamento di assertività, che in effetti è il dono che questo Segno reca con sé. Il fegato possiede la dote del Coraggio, quindi il nativo si sente sfidato a superare sempre i propri limiti, purché non ci si perda dietro le sfide fini a se stesse. E’ bene coltivare la focalizzazione e l’auto-ascolto.

Capricorno – Elemento Terra – organo bersaglio: intestino crasso, dove si somatizza il senso di fragilità e la vergogna. Il Capricorno è il terzo Segno di Terra dello Zodiaco, dove la Coscienza ha acquisito uno stato di grande forza. Come contraltare, visto che viviamo nella dualità, è necessario affrontare anche la vulnerabilità. L’intestino è una delle parti più scoperte del corpo, perché, al contrario dei polmoni che sono protetti dalla gabbia toracica, esso è totalmente esposto al mondo. Così il nativo tende a non mescolarsi con gli altri per timore di invasione o incapacità di scambio. Notiamo che queste sono gli stessi punti ciechi dei Gemelli (organo bersaglio, i polmoni) perché secondo la Medicina Tradizionale Cinese, intestino crasso e polmoni sono collegati tra loro. La dote da sviluppare qui è la delicatezza della Forza interiore.

Aquario – Elemento Aria – organo bersaglio: milza/pancreas. Questo è un settore molto delicato dove viene somatizzata la relazione con la dolcezza e la tenerezza, quindi l’archetipo materno. Esistono pochi umani che riescono a coltivare una relazione fluida con la propria madre, quindi da qui si capisce la delicatezza del settore. Ciò che viene somatizzata qui è la relazione con il Femminile. Se siamo donne, quanto spazio ci siamo date per vivere la nostra femminilità, la sensibilità, la vulnerabilità; quanto agevolmente ci muoviamo dentro il corpo di donna. Se siete uomini, qui si misura la relazione con le donne, se ve ne sentite spaventati, o castrati, o non amati, percezioni che derivano chiaramente dal rapporto originario con la madre. Ciò che necessita essere sviluppato è l’accettazione della propria morbidezza, guarendo il cinismo che può aver preso il sopravvento.

Pesci – Elemento Acqua – organo bersaglio: triplice riscaldatore (sistema immunitario, sistema endocrino, sistema linfatico). Quale ultimo Segno dello Zodiaco, i Pesci scaricano le somatizzazioni sulla periferia, in quei distretti che rappresentano l’insieme degli organi e che regolano il benessere generale. Nei Segni d’Acqua vince la qualità empatica, per cui il disagio diventa la mancanza di confine tra il sé ed il mondo esterno. Il sistema immunitario di questi nativi è iperreattivo, perché funziona quale difesa di fronte a troppe stimolazioni emozionali che difficilmente riescono ad essere elaborate contemporaneamente. Così il corpo reagisce con febbri o raffreddamenti per fermare il nativo, che si chiude così in se stesso, dandosi il tempo di elaborare le informazioni ricevute dagli eventi. La dote da sviluppare qui è la Compassione, soprattutto verso se stessi, per proteggersi dal naturale atteggiamento di salvatore dei popoli.

Nei prossimi giorni pubblicherò un approfondimento segno per segno di queste qualità qui solo accennate.

Stefania Gyan Salila

Fonte: http://ashtalan.blogspot.it/2017/04/i-segni-zodiacali-e-gli-organi_23.html

   Invia l'articolo in formato PDF