SuddhaPrana applicato (5)

26-novembre-500-300x251Dice niente questa immagine?

Da anni ormai assistiamo a continue saccature sempre quì “naturalmente”?

E’ possibile vedere tutt’attorno un effetto pranico espanso ed al contempo quella “famigerata” saccatura che punta sempre verso il centro, al Cuore, ma che mai ci riesce se non nei dintorni del Cuore?, potrebbe essere che sia la Natura così insistente verso una particolare zona o non è forse questa una caratteristica umana?, voi cosa ne dite?.

Cosa ne pensate delle differenze tra questa zona e l’america degli ultimi anni?, od anche solo le differenze tra quì e dintorni più vicini?.

Ora due cicloni sull’italia in 4 giorni recita una “previsione”, ma quì non ci arriveranno mai, come non lo è stato per i giorni scorsi dove temporali e neve seppur attenuati dal Cuore, sono comunque avvenuti, mentre quì solo un leggero piovvigginare e con temperatura che non è scesa drasticamente come “previsto” da lungo tempo con euforia che sembrava godimento ed infine, non è almeno strano che una “saccatura” come dall’immagine, proveniente da nord europa, possa passare da nord a sud italia refrigerando solo il sud?, che ne dite?.

Avete notato che quanto più “succedono” certi fenomeni, che non riescono a scalfire pesantemente questa zona, tanto più laboriose diventano poi le spiegazioni tecniche?.

Come diventano sempre più incerte le “previsioni” e non la cattiveria nel farle e che infine sempre si difendo col fatto che si tratta di previsione?.

Non risulta un forte contrasto tra fare previsioni disastrose con il gusto che se ne percepisce e proteggersi poi dicendo che era solo una previsione?.

Credo ormai aver scritto a sufficenza su tali fenomeni, non desidero impegnare ulteriori energie nel seguire i vari bla bla bla, che non trovano mai fine; chi ha orecchi capaci di intendere, intenda prego per il Suo ed altrui Beneficio e poi si applichi in una soluzione che parte sempre dal Cuore.

Ad ognuno le proprie riflessioni.

Siate Armonia come dentro così fuori.
NuvolHarì

   Invia l'articolo in formato PDF