SuddhaPrana applicato (8)

8 come il simbolo dell’infinito.

Desiderando proporre un punto di vista diverso da quello divulgato dai media, si rischia davvero di andare avanti all’infinito senza arrivare mai ad un punto di incontro.

A partire dal mio primo scritto intitolato SuddhaPrana applicato, proseguendo con altri successivi da 2 a 8, credo aver scritto a sufficenza se visto da chi vuole comprendere.

Penso pertanto utile non proseguire e chiudere questa carrellata di informazioni basate sul mio punto di vista, nonché di intenti, anche perché vengono prese in considerazione maggiormente dalla “Natura?” per fare poi di peggio, mentre non vengono prese in seria considerazione dai destinatari, che vorrei tanto sbagliarmi.

Ciò che potevo scrivere, seppur poco rispetto a quanto fanno altri con le “previsioni”, lo vedo come più che sufficiente per quei pochi che non mi piace definire eletti, ma attenti e che fanno uso di discernimento questo sì.

Trovo inutile e controproducente continuare in qualcosa che come risultato porta a situazioni peggiori, datasi la natura vendicativa della “natura!?”, se poi non diventa utile ai destinatari; Voi che fareste?, sareste disposti a prendervi la responsabilità delle reazioni della “natura” per quanto scritto?.

Un pò di rischio si corre anche, pur di raggiungere uno scòpo utile, ma se come risultato anzicchè vedere un risveglio di capacità latenti da parte di altri Esseri, si vede solo l’intensificarsi dei fenomeni, che da un punto di vista umano si possono definire vendicativi o come ritorsioni, pur trattandosi della “natura”, che fareste?, ad ognuno la propria risposta.

Non intendo “sprecare” oltre la mia attenzione in tal senso che andrebbe avanti all’infinito, ma rivolgerla ad Altro Vero Infinito che si trova nel Cuore di Ognuna/o.

Siate Armonia come dentro così fuori.
NuvolHarì

   Invia l'articolo in formato PDF