Sul Caso di Rovigo (Canapa uso personale)

Una sana riflessione su fatti concreti che ben mostra quale sia il comportamento delle istituzioni ed a quale livello di corruzione sia legale che morale siano cadute, “inconsapevolmente?”.

Scusate Fratelli, aggiungo che è anche possibile vedere come un Essere consapevole possa manifestare la propria sovranità individuale nel rispetto delle “leggi”, in onore.

Fate Voi, buona lettura.

Siate Armonia come dentro così fuori.
NuvolHarì

Sul Caso di Rovigo

Ave Sovrani,
Malgrado il mio attuale stato di salute, mi scomodo volentieri per rispondere all’articolo di Rovigo Oggi
Io vi dico… qualcuno dovrebbe provvedere a far giustizia per Davide che è l’unica vittima di un reiterato abuso di potere subito inizialmente a seguito degli eventi del 19/09/2015 ricostruiti, in sostanza, come di seguito:
alle ore 14:45, agenti di polizia della repubblica italiana, si sono introdotti nell’abitazione di Davide senza alcun mandato e hanno violato la libertà di culto di Davide, inquanto egli si cura con la canapa, e per tale ragione, come da verbale stilato alle ore 16.16 è satato attuato il sequestro illegittimo di 20 piante di Canapasacre poiché oggettivo dono di Dio e Frutto prezioso di Madre Terra; successivamente Davide è stato coinvolto in un procedimento per direttissima che non ha tenuto conto del cambio di cittadinanza che Davide aveva fatto precedentemente, per questo un procedimento illegale,  nel quale è stato condannato a firmare e restare ai domiciliari;ma, avendo Davide  disubbitito a un tale ordine illegittimo, è stato  arrestato perché, appunto, non è andato a firmare ed è stato considerato EVASO dai domiciliari visto che si trovava in giro per la città ove risiede abitualmente
Il procedimento, che è stato ripreso nel Video citato nell’articolo di Rovigo Oggi, è la conseguenza e la prosecuzione di un reato, in quanto i giudici in entrambi i processi (il primo per direttissima e il secondo ripreso nel Video ) hanno proceduto riferendosi ad un cittadino italiano e non a un cittadino Veneto (quale è Davide) e quindi senza averne lanecessaria giurisdizione, dimostrando inoltre di non essere imparziali; tutto questo costituisce induzione in schiavitù inoltre, Davide, come molti altri, è stato perseguito perché si prende cura di sè con la Canapa, perché ha fatto fiorire una pianta…
Fermo restando che la pianta sacra detta Canapa:
  • contiene il principio attivo che previene lo stato cancerogeno delle cellule del nostro corpo;
  • è stata da sempre universalmente considerata la pianta curativa e lenitiva di infiniti mali;
  • è fonte di nutrimento e di sostentamento energetico;
  • è un elemento fondamentale per un modello tecnologico eco compatibile;
  • è per i Popoli, che rispettano la Madre Terra, frutto prezioso di Dio;
Q
uindi vietarne l’utilizzo costituisce nel suo effetto più grave (a breve e/o lungo termine) un atto finalizzato a uccidere!!

Oltre a ciò Davide non è soggetto a limitazioni della sua sovranità in quanto ha riacquisito i suoi pieni Diritti mutando cittadinanza; ma per chi crede sia suo dovere usare gli Uomini come carte soggette a copyright, come numeri, come animali asserviti e inconsapevoli della loro essenza, è forse difficile da capire…
Ciò che vogliono ostinatamente negare (in certi casi arbitariamente stabiliti) sono il Principio di Auto-Determinazione, principio sacro ed equivalente al Libero Arbitrio che concede a chiunque voglia avvalersene, di non essere più un traditore di questa Terra e di iniziare a difenderLa dagli attacchi di “burattini” che talvolta vestono toghe indossate in altri tempi da individui d’Onore…
In un’epoca come questa in cui la legge è soggetta alle grandi potenze commerciali che schiavizzano i Popoli, l’articolo di Rovigo Oggi vuole indurre i lettori a credere quanto sia pericoloso assecondare la sovranità del Popolo e, in primis, degli Individui che lo compongono, che ciò sia in qualche misura deleterio… in sostanza suggeriscono di diffidare dalla Legge Popolare!

In un contesto di rassegnazione generale,

Noi siamo quelli che, imperterriti, avanzano contro le perverse consuetudini e agiscono con ragione, amore, perseveranza e onore, permigliorare in modo pacifico il proprio e  altrui futuro; eppure…

Scrivono quelli di Rovigo Oggi: “Follia in tribunale, follia sui social, messaggi pericolosi…”
Perché… loro sono sani di mente? Capaci di intendere e di volere?Verifichiamo quanti neuroni sono davvero connessi nel cervello di chi fa della libertà di pensiero, a quanto pare, un crimine; di chi induce alla paura per motivare le proprie tesi; scaltri terroristi mediatici che citano l’attuale momento di crisi internazionale (non solo economica) per avvallare le “proprie”opinioni facendoci passare per chi prende di mira un giudice onorevole…  quando invece il mondo è per noi un luogo eccezionale ma che viene gestito con bassi profili di lealtà verso il popolo, verso la vera Legge
Per questo suggerire (come è stato fatto nel video che Rovigo Oggi ha chiesto che venga oscurato) di disobbedire a una legge corrotta non è soltanto un buon consiglio ma è l’applicazione di Canoni enunciati a Norimberga, in un momento incancellabile di Coscienza Universale nel quale è stato stabilito che gli ordini, come anche le leggi, che per loro effetto ledono Principi Superiori DEVONO essere rifiutati …e non è un comportamento discrezionale! altrimenti perché sarebbero stati giustiziati i nazisti responsabili dello sterminio che, a loro difesa giustificarono dichiarando:
“Abbiamo solo eseguito gli ordini”

Hanno quindi fatto quello che CREDEVANO essere il loro DOVERE (al pari di chi elude la propria responsabilità affermando di eseguire solo l’applicativo) quando invece è storicamente vero il contrario; dunque suggerire, come ho fatto io in quel contesto ( video) e all’occorrenza, alladisobbedienza a leggi corrotte, dovrebbe essere la regola: rispedire al mittente le direttive scritte a tavolino da uomini spietati, uomini che oggi andrebbero arrestati, applicando così le leggi che tengono conto di una coscienza normodotata;
allora mi chiedo in che stato di incoscienza versano gli autori di Rovigo Oggi, inquanto,accettare un’ingiustizia perché la commette un autorità non solo è stupido, autodistruttivo, diseducativo, ma costituisce complicità, favoreggiamento… se ne renderanno conto o no gli auori di Rovigo Oggi?
Forse lo fanno in buona fede… la loro “buona fede”, ma non sono nella posizione di dichiararci FOLLI… forse lo sono loro stessi?
Forse hanno piu  semplicemente una visione superficiale degli eventi a cui hanno assistito e che necessitano di un minimo di approfondimento per essere compresi?
Forse non  sanno che l’associazione a delinquere è tale anche se l’associazione e costituita da enti estranei che, per un fine corrotto e in spregio alle verità oggettive, si coalizzano per insabbiare un procedimento ILLEGALE e/o manipolare l’opinione pubblica?

Forse non si rendono conto che tale apparentemente “pacifico” modo di agire in verità costituisce violenza per chi lo subisce?

Davide per primo, insieme a tutti i suoi cari sono vittime di questa riprovevole condotta, di quello che stanno facendo non solo a loro ma a tutto il Popolo, a tutti coloro che in ogni tempo hanno lottato per i Diritti che oggi vengono così facilmente dimenticati o calpestati…

I FOLLI SONO LORO se credono che si possa indurre un Uomo in servitù e farla franca; sono folli se pensano che chi ha capito, cosa è realmente successo in quel tribunale, resterà fermo a guardare
Cosa li trattiene dal difendere un uomo ingiustamente perseguito e anzi a perseguitarlo ancor di più infangando i valori a cui si riferisce?
Dato che è possibile che ne traggano un vantaggio, come è stato per altri prima di loro e appartenenti alla stessa categoria lavorativa, si schierano con il potere costituito, ma il potere non è la Legge…
Se pure i giornalisti di Rovigo Oggi avessero fatto  semplicemente un errore di valutazione,non è giustificabile, dato che ormai è una consuetudine pensare alla malagiustizia e attribuire la responsabilità ai Giudici Italiani e ai vari organi in essere che come da prassi usano la dialettica per confermare che agiscono semplicemente nel rispetto dell’automatismo nell’eseguire l’applicativo, come robot comandati a distanza da un programma predefinito, dunque operando a quanto pare, senza coscienza,
Gli eventi mutano, infatti se si parla in giro di Tribunale Popolare si può solo notare incredulità o gioia infinita
Si sa che la legge italiana è ormai per il 70% una trasposizione di norme europee che nel loro effetto gestiscono l’allevamento “repubblica italiana” e quelli di Rovigo Oggi (plausibilmente) ci chiamano “sovranisti” per far divenire la Sovranità un termine e un pensiero di cui diffidare… che furbi!
Noi siamo solo Uomini e Donne di buona volontà, con coscienza attiva; viceversa chi, come i nostri Fratelli di Rovigo Oggi, crede di dover difendere un giudice corrotto incolpandoci ingiustamente per un atto che invece dovrebbe adottare chiunque desideri rendere migliore questo mondo… ossia arrestare chi viola la Legge, soprattutto chi assume carichi di potere
E poi… chi dovrebbe difendersi da nostri eventuali abusi se non il giudice stesso?

Io sapevo cosa facevo, noi tutti lo sapevamo; da Rovigo Oggi dicono che il giudice faceva solo il suo dovere, ma il dovere di un giudice non è forse quello di essere imparziale anziché di parte?
Non è quello di favorire la verità e la giustizia? Non sono per noi neppure considerabii coloro che ignorano l’assunto che cita: la legge non ammette ignoranza (ed è uguale per tutti)no?
Chi non sa interpretare quello che osserva in un’aula di tribunale, dovrebbe astenersi dal pronunciare giudizi ignorando i dati oggettivi oltre che i fatti; mossi solo da una credenza che, a quanto pare, prende come assunto che un giudice possa dichiarare il falso ed essere immune dalla legge;
suggerisco ai giornalisti che hanno parlato di noi su Rovigo Oggi di fondare un “fan club” dal titolo: “FIERI DI ESSERE SCHIAVI”;
diversamente, se sono consapevoli di aver scritto menzogne, risulterebbero essere solo dei  bugiardi complici che usano il terrorismo per motivare un abuso di potere!
Dicono di aver paura quelli di Rovigo Oggi…. di cosa ci chiediamo? Ci domandiamo a questo punto se il direttore di Rovigo Oggi ha mai sentito parlare di un documento firmato e ratificato dalle tante “istituzioni” noto come DUDU o per meglio direDichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
Suggeriamo di leggere la dichiarazione universale dei diritti dell’uomo  cercando di capirne il senso, già perché nel riportare le loro lamentele, che sono solo tali,  evitano così di parlare del diritto di mutare cittadinanza quindi giurisdizione… ovvero quello che ha fatto Davide E Davide NON ha causato danno a nessuno!!!
In sostanza chi ha scritto su ROVIGO OGGI ha speculato sul nostro video, facendo terrorismo in quanto non ha evidenziato le oggettività di specie, divulgando notizie miste ai pregiudizi di chi scrive, opinioni dunque non fatti;
i fatti sono stati messi agli atti e dimostrano che il giudice Silvia Varotto (noi facciamo nomi e cognomi ) ha perpetrato tale comportamento e lo ha ammesso pure alla fine procedimento (vedi Video) poco prima che un nostro Fratello lasciasse l’aula ormai disonorata dal comportamento stesso di cui lui era testimone; infatti la stessa Silvia Varotto, sollecitata prima dalle affermazioni:
Lei sta dicendo un mare di falsità ed io come gli individui qui presenti ne sono testimone”
e trovandosi in un momento particolare, sicuramente inusuale per lei stessa, chiede che:

“Il signore venga fatto uscire dall’aula”
ma alla domanda:

Lei forse mi vuole fuori da qui per non essere testimone degli illeciti che sta commettendo?”
la stessa risponde con tono stizzito e platealmente:

“Sì esatto”

Vi lascio una riflessione, miei cari Fratelli ostili: “Un crimine non cessa dall’essere un crimine perché commesso da molti. Il Karma non tiene in alcun conto della consuetudine.”
(J. Krishnamurti, Ai piedi del Maestro)

Mahat

Mio Commento: E’ vero che nessuna pianta può esser definita illegale, essendo un prodotto della natura, ma e’ anche vero che, coltivare un Essere Vivente, per poi ucciderlo, e’ un delitto contro lo stesso, una violazione  della Vita.

Fonte: http://www.sovranitaindividuale.it/sovranita-violate/terrorismo-mediatico-su-rovigo-oggi/

Libertà

Fonte: http://movimentosovrano.blogspot.it/2015/12/sul-caso-di-rovigo.html

   Invia l'articolo in formato PDF   

Una risposta a “Sul Caso di Rovigo (Canapa uso personale)”

  1. Ieri non avevo letto ancora questo articolo e ho girato per trovare info
    sulle proprietà curative della canapa e sono rimasta alquanto sorpresa
    nello scoprire che un medico la possa prescrivere ,solo in caso che il paziente
    sia in pessime condizioni e nessuna cura (tradizionale)abbia avuto effetto, quindi
    una Persona deve prima arrivare all’ultimo stadio di peggioramento e
    poi , forse gli concedono la grazia di provare , quando ormai il danno è fatto .
    Tutto questo è talmente assurdo ,che mi riesce difficile da capire e accettare
    come si possa permettere tali atrocità da persone che dovrebbero tutelare
    la salute dei Cittadini e ora leggo anche questa notizia !
    Emy.

I commenti sono chiusi.