UMBERTO BOSSI:DONALD TRUMP…L’INDIRIZZO E’ LA FINE DELLA GLOBALIZZAZIONE

UMBERTO BOSSI: DONALD TRUMP FORSE NON FARA’ TUTTO CIO’ CHE HA PROMESSO, MA L’INDIRIZZO E’ LA FINE DELLA GLOBALIZZAZIONE

giovedì 10 novembre 2016

GEMONIO – Trump “forse non riuscira’ a fare tutto cio’ che ha promesso” ma “l’indirizzo e’ quello della fine della globalizzazione, di una sua revisione profonda”. E questo porra’ un freno anche all’immigrazione. Ne e’ convinto Umberto Bossi, in una videointervista nella quale, proprio sull’emergenza migranti, tira una stoccata a Matteo Salvini.

La globalizzazione contro cui lottera’ Trump, premette, ha impoverito l’Africa, inondandola di importazioni e distruggendo le imprese locali, obbligandoli “a scappare non dalla guerra, ma dalla fame”. Con il nuovo presidente “quindi forse si riesce ad avere una soluzione, che non e’ la ruspa di Salvini, quella e’ una stupidaggine”.

“Se li aiutano in casa loro, si puo’ risolvere anche il problema dell’immigrazione, che e’ soprattutto in Italia grazie a chi ci governa, alla sinistra che diceva che con la globalizzazione si aiutavano i paesi poveri, mentre li rendeva sempre piu’ poveri”. La globalizzazione, sottolinea Bossi, ha impoverito anche gli americani, a causa della delocalizzazione e della conseguente perdita di posti di lavoro.

Ed e’ questa una chiave della vittoria di Trump: “Non sono un mago. L’avevo prevista in base a un ragionamento: 6 milioni di disoccupati, di famiglie, vuol dire 18 milioni di voti. Trump ha intercettato quei voti, come portavoce del malcontento di chi aveva perso il posto di lavoro”.

Obama ha tentato di porre riparo, ma il miliardo di dollari per le imprese non solo “non e’ bastato”, ma “e’ andato alle grandi imprese, a quelle automobilistiche, e non alle medie imprese che sono la base dello sviluppo e della creazione di posti di lavoro”.

Ma Trump dice Bossi che ha la vista lunga, “invertira’ questo processo”.

Chi ha perso? “I democratici non potevano andare avanti facendo qualche guerra e qualche speculazione. Era giusto un ricambio. Chi ha perso e’ Wall Street, Obama e l’establishment americano che ha distrutto le manifatture e le imprese. Con loro hanno guadagnato gli speculatori mentre gli americani si sono impoveriti”.

E l’Europa? “L’Europa ha paura, perche’ e’ l’America che ha fatto l’Europa, non certo l’Italia, quelle sono barzellette. Con Trump l’Europa dovra’ responsabilizzarsi e imparare a difendersi da sola. Perche’ sara’ piu’ difficile avere aiuti americani per fare le guerre. Una cosa e’ certa: l’epoca delle globalizzazioni, dell’immigrazione, delle guerre sta per andare in soffitta”.

Bossi, al di là di tutto, possiede un’intelligenza politica che difficilmente è ripetibile. Nella Lega e non solo nella Lega.

Max Parisi

Fonte: http://www.ilnord.it/c-5082_UMBERTO_BOSSI_DONALD_TRUMP_FORSE_NON_FARA_TUTTO_CIO_CHE_HA_PROMESSO_MA_LINDIRIZZO_E_LA_FINE_DELLA_GLOBALIZZAZIONE

UMBERTO BOSSI: DONALD TRUMP FORSE NON FARA' TUTTO CIO' CHE HA PROMESSO, MA L'INDIRIZZO E' LA FINE DELLA GLOBALIZZAZIONE

   Invia l'articolo in formato PDF