Zeolite: un minerale naturale con attività detossinante e antiossidante

Zeolite è un termine che deriva dal greco ed indica un particolare gruppo di minerali vulcanici microporosi di cui è ricca la crosta terrestre. Essi, infatti, abbondano nelle rocce vulcaniche e nei laghi di origine salina e sono noti per la capacità di assorbire o scambiare sostanze nocive. La scoperta dell’azione catalitica delle zeoliti risale al 1756 e si deve al mineralogista A.F. Cronstedt il quale si accorse del loro riscaldamento, rigonfiamento e dell’emissione di vapore acqueo subito dopo essere state bagnate.

Azione assorbente e chelante dei metalli pesanti: impieghi della zeolite

 

La struttura porosa e la presenza di ioni al loro interno, permette alle zeoliti di assorbire i metalli nocivi per la salute come, ad esempio, piombo, cromo, nichel, zinco. Le pietre vulcaniche mostrano, unitamente ad una perdita di lucentezza e trasparenza, un cambiamento di colore, che da bianco diventa rosato o bruno, in presenza di inclusioni organiche e di ossidi di ferro.

Grazie agli studi effettuati, le zeoliti, oggi, vengono impiegate in moltissimi settori, dalla geologia all’industria chimica fino ad arrivare all’ambito sanitario. Alcuni esempi:

  1. grazie all’attività selettiva, le zeoliti vengono utilizzate in apparecchiature che riescono ad eliminare il calcio in eccesso presente nell’acqua;
  2. sono utilizzate come scambiatori di ioni per rimuovere ioni ammonio e metalli pesanti dalle acque di scarichi industriali;
  3. nel settore nucleare vengono impiegate per rimuovere elementi radioattivi dalle acque;
  4. nell’industria petrolchimica vengono usate per la lavorazione del petrolio.

Azione biologica sui tessuti

Le zeoliti vengono utilizzate proprio per le loro proprietà assorbenti, chelanti e antiossidanti. Si trovano in commercio sotto forma di dispositivi medici in capsule che possono essere assunte nelle seguenti situazioni: convalescenza, stress ossidativo, esposizione prolungata a metalli pesanti.

Sono validi presidi che, con un’azione naturale, vantano un effetto detossificante, riducendo eventuali danni dovuti alla chemioterapia, a cure farmacologiche ed a esposizioni prolungate a sostanze dannose. I canali all’interno delle zeoliti riescono infatti a “fagocitare”, a livello intestinale, in maniera del tutto naturale, le sostanze nocive tra cui ammonio, tossine e metalli pesanti. Le zeoliti si sono dimostrate sicure perché non vengono assorbite dall’organismo ma lo attraversano semplicemente.

 

 

Zeolite: minerale naturale antiossidante e disintossicante

Autore: Dott. Loredana D’Adamo

Fonte: www.naturopataonline.org

da: https://www.sapereeundovere.com/zeolite-minerale-naturale-antiossidante-e-disintossicante/

   Invia l'articolo in formato PDF   

2 Risposte a “Zeolite: un minerale naturale con attività detossinante e antiossidante”

  1. Buongiorno, ho l’emocromatosi ereditaria Vorrei sapere se posso assumere la zeolite,
    Grazie

    1. Gentile Marilena, rispondo da ospite, c’è qualche problema tecnico.
      Ringrazio per la gentile richiesta, ma personalmente non sono assolutamente in grado di offrire una risposta in merito, non fa parte del mio campo di ricerca ed esperienza, mi ricresce.
      Ha provato a risalire alla fonte dell’articolo?, o chiedere ad un medico?.
      Buona fortuna, con affetto.
      Renzo

I commenti sono chiusi.